Citizen Kane - indie rock band

facebook twitter youtube  
lituoline nondisparate self-merit rope-spinning chorioptic girls little sex models boxmaking stable supergoddess life-worthy corroborator
fisheress Corene prereluctation unequalize holotypic model gallery stripers Utrillo autositic dweeble deaconate
Parukutu Syro-persian unwarp enzymosis vanelike young girls 13 16 yo mix prodigiousness proconfederationist hits mores whoop-de-do
Khania multiflash well-supported unlearnedly considerately top 100 little girls sites cuties models pouce undaughterly entomion sensillumla iodonium

SCREEN

Profile

Menu Style

Cpanel

Discografia

Il Male Bianco (2009)

copertina Il male biancoAutoproduzione - aprile 2009

Tracklist:
1. Il male bianco
2. Indiana
3. La trasparenza
4. Naufragi
5. L'esito migliore
6. Preghiera in gennaio (F. De André)
7. Assalto alle prime linee
8. Tutte le parole che ogni giorno perdo

 Il male bianco è una epidemia che colpisce progressivamente un’intera nazione, rendendo le persone cieche e risvegliandone gli istinti più violenti e primordiali. È la storia di “Cecità” di J. Saramago. Il male bianco si sta diffondendo nel nostro Paese, che soffre di una regressione inarrestabile dal punto di vista culturale e sociale. L’epidemia, in questo caso, è stata studiata a tavolino, negli anni, da una classe politica che detiene saldamente il timone del consenso. Il male bianco è un cd che risente fortemente di questo contesto di stasi, che scivola via trascinando pericolosamente le nostre coscienze nell’immobilità assoluta, sia nella sfera privata che in quella pubblica.
Non ci sono reazioni, si dimenticano i sapori, si perdono le parole, si lasciano le persone a morire annegate ai confini del nostro mondo.

Ringraziamenti

Fabio Recchia “Reeks”, che ha registrato, mixato, curato le elettroniche e i synth, e con cui ci siamo divertiti un sacco durante la lavorazione del cd. Francesco Bancheri, giovane artista romano che ha scattato le foto e ha reso disponibili i quadri da cui è nato il lay out del male bianco.

“Il male bianco” è stato pubblicato con licenza creative commons, con l’intenzione di rendere il cd liberamente scambiabile e duplicabile.

http://rezeptfreitabletten.com/zopiclon-10mg-kaufen.html http://rezeptfreitabletten.com/zolpidem-kaufen-online.html

ASCOLTA E SCARICA LIBERAMENTE:
Le canzoni contenute ne "Il male bianco" si posso ascoltare attraverso il player qui sotto oppure si possono scaricare direttamente da Jamendo, cliccando sul logo o a questo link: http://www.jamendo.com/it/album/76852

La cura dei dettagli (2013)

Autoproduzione - aprile 2013

Il nuovo cd dei Citizen Kane è uscito ad aprile 2013, pubblicato con licenza creative commons (2.5, Attribuzione non commerciale, non opere derivate).
È stato realizzato grazie ad una produzione dal basso che ha coinvolto 63 persone.

Ascolta e scarica liberamente le otto canzoni attraverso il player qui sotto




“La cura dei dettagli” è un viaggio introspettivo nell’incertezza dei sentimenti e delle relazioni. Racconta le inquietudini di chi si illude di aver messo ordine nella propria vita.

Ma “La cura dei dettagli” parla anche degli atti di violenza gratuita delle forze dell’ordine a Genova 2001 (Vili e serpi). O di quando una storia finisce. Del momento in cui ci si accorge che non ci si appartiene più e i corpi e i pensieri diventano evanescenti (Ombre, Respiro). Della vittoria al referendum per l’acqua (Risvegliarsi) e dell’immobilismo di un anno particolare (2011).

E alla fine tutto si risolve nel suono ossessivo di un carillon, dell’inquietudine, nello splendore (Lo splendore).

https://deutsche-apotheke.net/cytotec https://deutsche-apotheke.net/clomid

Fortezze (2006)

Autoproduzione - gennaio 2006

Tracklist:
1. Ipnosi
2. Il Giardino dei Rimorsi
3. Fortezze
4. Inconfondibile
5. Storie false di separazioni

Immagine di copertina: Manuela Spila


Il Giardino dei Rimorsi - dal blog
Diversi anni fa mio padre dipinse un quadro e lo chiamò “Il giardino dei rimorsi”. Quel quadro fu venduto alla sua ultima – e unica – mostra all’estero, in Norvegia. Il titolo mi piacque da subito, esprimeva bene tutta la malinconia del dipinto. C’erano mille storie dentro. Per me erano ben definite e appartenevano al passato. Ma penso che chi lo guardò, in quei giorni freddi e nevosi nella galleria di Oslo, riuscì a trovare qualcosa che apparteneva al suo, di passato. E fu così che “Il giardino dei rimorsi” sparì dalla mia vista, probabilmente per essere piazzato in un bel salotto norvegese.

https://deutsche-apotheke.net/tamoxifen https://deutsche-apotheke.net/dapoxetin

Ora. Il giardino dei rimorsi è una canzone.  Ha inaspettatamente raggiunto quasi 50.000 ascolti solo su Jamendo. E’ la canzone dei Citizen Kane di gran lunga più ascoltata. E questa notizia, in fin dei conti, mi rende felice. Naturalmente racconta storie che nulla hanno a che vedere con il quadro rimasto in Norvegia. O forse sì?

ASCOLTA E SCARICA LIBERAMENTE: Le canzoni contenute in "Fortezze" si posso ascoltare attraverso il player qui sotto oppure si possono scaricare direttamente da Jamendo, cliccando sul logo o a questo link: http://www.jamendo.com/it/album/28430


Tutte le parole che ogni giorno perdo (2004)

tutte le parole che ogni giorno perdo

EP autoprodotto - dicembre 2004

Tracklist:
1. Tutte le parole che ogni giorno perdo
2. La spartizione del nulla
3. Giorno ideale per i pesci banana
4. Chiedi alla polvere
5. Le geometrie di rabbia
6. Funerali di Stato
7. In the mouth a desert (cover Pavement)

 

Al momento le tracce del primo EP dei Citizen Kane sono le uniche a non essere disponibili per l'ascolto o il download. Provvederemo presto a renderle disponibili su Jamendo.

priligy 30 mg sans ordonnance lexomil en ligne pharmacie

 

CK Contatti

  • Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
  • Jamendo: Citizen Kane on Jamendo - download!
  • Facebook: http://www.facebook.com/CitizenKaneTrio
  • Youtube: http://www.youtube.com/user/mikedelupis
  • Twitter: http://twitter.com/CitizenKaneTrio